5 consigli per migliorare il SEO del tuo e-commerce

L’attività di SEO per un e-commerce è un aspetto determinante per il suo successo. Per riuscire ad apparire in prima pagina sui motori di ricerca è indispensabile sviluppare delle ottime strategie SEO. Indicizzare un sito internet sui motori di ricerca per parole chiave correlate ai propri prodotti in vendita significa far in modo che tutte le pagine che il sito possiede siano memorizzate nei database dei motori di ricerca e rese disponibili nei risultati delle ricerche.

 

Come risultato, il sito e-commerce acquisisce maggior visibilità traducendosi prima di tutto nella possibilità di attirare nuovi potenziali consumatori. Avere le conoscenze adatte e gli strumenti giusti è molto importante affinché siano soddisfatti i principi fondamentali per essere favoriti nei posizionamenti nelle ricerche organiche e quindi bisogna evitare gli errori SEO che potrebbero penalizzare l’e-commerce.

Gestire un e-commerce quindi richiede alcuni accorgimenti molto importanti:

 

  • Prodotti vicini alla home

In termini di SEO, la home page è una delle risorse più importanti perché è la prima pagina che un motore di ricerca esamina, ed è la home page ad essere la principale fonte di PageRank (l'algoritmo di analisi di Google che assegna un peso numerico ad ogni pagina del web con lo scopo di quantificare la sua importanza).

L'obiettivo deve essere quello di avere ogni prodotto a non più di tre click di distanza dalla home quindi risulta fondamentale che il sito abbia una struttura gerarchica ben organizzata e senza troppi livelli.

 

  • La scelta delle keyword giuste: Google Adwords

Sempre per migliorare il SEO del proprio e-commerce, l'utilizzo di parole chiave ottimali rappresenta uno step cruciale e in questo caso è possibile utilizzare programmi come Google Adwords. La procedura è molto semplice: basta entrare in Google Adwords, nel menu principale cliccate su Strumenti e analisi > strumento per le parole chiave. Per trovare le migliori parole chiave per una determinato prodotto, basta digitare la frase di ricerca che si sta pensando di utilizzare per la propria pagina prodotto e esaminare i risultati.

 

  • Aprire un blog

Il blog è il migliore strumento per l'ottimizzazione SEO, perché offre l’opportunità di scrivere contenuti personalizzati su parole chiave mirate, aumentando così il traffico sul proprio sito e-commerce. La creazione di contenuti in un blog può giovare molto al posizionamento di un sito.

Permette di aggiungere quelle parole chiave che difficilmente troverebbero spazio nelle pagine dei prodotti. In secondo luogo perché un progetto editoriale interessante può ottenere credibilità e autorità nel web ed aiutare il posizionamento globale del sito. In questo modo potrebbe essere possibile andare alla conquista di nuove nicchie di mercato, intercettando interessi o influenze che difficilmente potrebbero essere trovate sulle pagine dei prodotti.

 

  • Utilizzare i social

Nell'era del nuovo marketing dove i social media acquistano sempre più spazio, l'utilizzo di queste piattarme rappresenta un altro grande strumento per migliorare i risultati di SEO per un e-commerce.

Pubblicare almeno 3 post a settimana sulla propria pagina Facebook serve a mantenere attiva l'interazione con i propri fan. Su Google+ ci sono soprattutto appassionati di tecnologia, quindi, se il sito e-commerce vende pc, smartphone, etc. su questa piattaforma è possibile trovare tanti potenziali consumatori. Inoltre, utilizzando Google+ il SEO del proprio sito migliorerà questo perché Google tende a premiare chi utilizza il suo social media.

Insieme a Facebbok e Google+, Youtube è uno dei social più utilizzati dai consumatori: la strategia più efficace è quella di creare brevi video dei propri prodotti dando un titolo che includa le parole chiave. Da lì è possibile poi condividare i video sugli altri social e collegarli al proprio sito e-commerce.

 

  • Controllare i dati interni del proprio sito

Non si può migliore il SEO del proprio e-commerce se non si conosce il comportamento dei consumatori sul proprio sito. Se i consumatori cercano con determinate parole chiave all’interno del sito e-commerce, bisogna individuarle e sfruttarle. In questo, i dati del motore di ricerca interno al proprio sito forniscono la soluzione. I prodotti cercati più frequentemente dovrebbero avere un posto di rilievo nel sito, per esemio nella home page.

 

 

Per ogni info e/o domande, contattateci suQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.