Le competenze del comunicatore d'impresa

Negli ultimi cinquant'anni il ruolo e le competenze del comunicatore sono cambiate profondamente e si è passati da un ruolo esecutivo a un ruolo crescente di consulente del management che guida e orienta le strategie di business dell'impresa a fianco delle altre direzioni aziendali, quali ad esempio marketing e finanza.
 
Il moderno comunicatore d'impresa oggi interviene in in almeno quattro fasi diverse del ciclo di vita di un prodotto e/o servizio di un'azienda
 
  • lancio di un nuovo prodotto o servizio ;
  • riposizionamento;
  • comunicazione;
  • ottimizzazione delle risorse.
Dal punto di vista pratico, la figura del comunicatore sembra assumere un ruolo chiave che tocca molteplici aspetti, spesso molto complessi. Dalla pianificazione dell’identità aziendale fino all’elaborazione di una strategia di gestione e dei rapporti con i vari portatori di interesse, senza mai perdere di vista tutti gli elementi che caratterizzano il business specifico dell’azienda.
Non basta più  essere creativi o abili nello scrivere o raccontare storie. Per dare valore alla propria azienda il comunicatore deve conoscere il contesto economico, produttivo o industriale entro cui si inserisce, essere in grado di interpretarlo e di intercettare velocemente le sfide e le novità importanti.

Non sono di certo poche, quindi, le difficoltà con cui deve misurarsi un comunicatore in azienda; fra queste vi è la complessità che discende dalla collaborazione e dalll’ integrazione della propria attività con quella di altre figure chiave interne.
 

Quindi, oggi, le competenze fondamentali del comunicatore sono:

  • Competenze trasversali (analitiche, manageriali e di comunicazione)
  • capacità di integrare diversi ruoli e funzioni 
  • creare coinvolgimento mediante la creazione di sistemi digitali

 

Per ogni info e/o domande, contattateci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.