Come verificare le bufale su internet

Sono sempre esistiti. Diffondono sul web notizie false e bufale. Non si tratta di strategie politiche figlie degli ultimi tempi ma di veri e propri movimenti che fanno della notizia verosimile un'arma su cui puntare a livello mediatico per aumentare il proprio engagement o i propri profitti collaterali (pubblicità, dati, etc. etc.). Per fortuna c'è un modo per scoprire la veridicità di una notizia e Il Planetario vi svelerà come.

L'informazione sul web viaggia veloce ed è difficile da controllare soprattutto adesso che i media tradizionale (tv e carta stampata) hanno perso appeal. Che internet assurga a vero hub mediatico lo testimoniano i due grandi eventi democratici di questi ultimi mesi che, proprio sul web, hanno spostato assi ed equilibri. Ci riferiamo al referendum inglese sul Brexit e all'elezioni presidenziali americani. Due momenti che hanno segnato uno spartiacque decisivo per il futuro della comunicazione.

Ovviamente internet non è il Vangelo e spesso, inconsapevolmente, la si scambia per tale. Proprio per questo non mancano società (ne sono un esempio quelle del settore farmaceutico) che investono proprio affinché sul web emergano le verità anziché le dicerie o le leggende metropolitane che possono anche recare danni ingenti se gestite male.

Per fortuna in Italia, da oltre 15 anni, c'è un blog su cui è possibile trovare la risposta a molte delle bufale che circolano in rete.

Stiamo parlando del Disinformatico (https://attivissimo.blogspot.it/p/mi-presento.html), il sito web del giornalista Paolo Attivissimo, un vero e proprio guru del settore. Professionista capace di trovare sempre risposte documentate su molte delle notizie che trovano spazio in ogni dove tra tv, web e carta stampata.
Questo è l'indirizzo del suo blog antibufale: http://bufalopedia.blogspot.it/.
Insomma, ogni volta che vi assale un dubbio, provate a verificare sul suo sito. Probabilmente troverete la risposta alle vostre domande.

 

Per ogni info e/o domande, contattateci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.