La buona educazione sul Web

“Stai composto a tavola”, “sii gentile”, “ringrazia sempre”. Ecco alcune delle frasi su cui - la generazione ante era digitale - ha costruito la propria buona educazione. Oggi, da fruitori del web e/o da genitori di nativi digitali, urge aggiornarsi con la Netiquette, ossia con il sapersi comportare sul web.

 

Il termine netiquette nasce dalla fusione della parola inglese network (rete) e di quella francese étiquette (buona educazione). Parliamo quindi del comportamento dell’utente internet e delle regole di buona educazione che vanno rispettate sui siti web e sui social network. 

La netiquette non ha regole da seguire tassativamente ma trattasi di consigli/criteri di buon senso necessari per  rispettare le sensibilità, gli altri e se stessi.

 

 

Principi di buona educazione sul web

 

  • La Netiquette consiglia a tutti di avere un comportamento educato in rete, partendo da queste regole base:
  • Scrivere correttamente, rispettando punteggiatura e ortografia. Il consiglio è di rileggere almeno 3 volte quanto scritto.
  • Non essere puntigliosi o saccenti verso chi scrive in maniera scorretta. Se si vuole far notare la cosa, modulare il linguaggio, semmai ipotizzando prima di essere i riceventi del messaggio.
  • Non scrivere in maiuscolo. In rete equivale a urlare.
  • Usare le emoticon per esplicitare ancora meglio il tono che si vorrebbe conferire a quanto scritto
  • Evitare di pubblicare informazioni personali di altre persone.
  • Rispondere sempre a tutti con un grazie laddove si senta un sentimento di riconoscenza.
  • Non essere mai accidiosi o scortesi anche se il nostro interlocutore dovesse scrivere concetti a noi ostili o dovesse usare parole inappropriate.
  • Verificare il più possibile le notizie che leggiamo prima di divulgarle in maniera pedissequa.

 

 

La netiquette sui social network

 

La buona educazione è ancora più a delicata da perseguire se la caliamo sul mondo dei social network. Avere un comportamento educato in quei luoghi è fondamentale. Ecco alcuni consigli:

 

  • Uploadare solo foto in cui i soggetti acconsentano alla pubblicazione e ad eventuale tag.
  • Non spammare i propri contatti con inviti e/o richiede off-topic. Rivolgersi solo a chi realmente si immagina essere interessato.
  • Quando si fa parte di una community social, è buona educazione partecipare attivamente e non passivamente. Restare spettatori può portare ad essere confusi per dei ficcanaso.
  • Se chiediamo un amicizia a persona che non conosciamo bene, è buona educazione acoompgnare alla richiesta un testo di presentazione .
  • Non creare e gestire account fake
  • Non dissentire ossessivamente contro determinate persone. Atteggiamenti di questo tipo oltre a stancare, allontanano i propri contatti
  • Evitare di spoilerare e di dare vita a catene di Sant’Antonio.

 

 

 

La corretta comunicazione digitale

 

E’ sicuramente impegnativo essere educati ma è un passaggio necessario per trovarsi a proprio agio nella rete e convivere serenamente con gli altri utenti. La buona educazione in rete è fondamentale e va perseguita ancor di più quando i social network sono spazi di business o di self marketing.

 

Per ogni info e/o domande, contattateci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.