Gruppi Whatsapp, nuove regole sul consenso

Con il nuovo aggiornamento dell’app di messaggistica, diventa possibile entrare in un gruppo Whatsapp solo dando il consenso. 

 

 

Sono tempi decisamente intensi per il team di sviluppo di WhatsApp, che tra fine 2018 e inizio 2019 ha introdotto numerose nuove funzionalità, dalla modalità PiP (acronimo per “Picture-in-Picture”, ossia la riproduzione dei video all'interno di una chat in una finestra “flottante”) alla videochiamata di gruppo.

Adesso è arrivato il momento dei gruppi, tanto amati/odiati, a seconda dei punti di vista.

 

Allo stato attuale, chiunque può aggiungere al proprio gruppo WhatsApp un membro senza il suo permesso e così finiamo per essere catapultati nella chat per la colletta del regalo di compleanno di Tizio, nel gruppo “cuginanza” che raduna i cugini che non vedi da 15 anni, nella chat delle “mamme dell’asilo”, nel gruppo del Fantacalcio o in quello dei colleghi per decidere dove andare in pausa pranzo.

Con il nuovo aggiornamento dell’app di messaggistica, presente al momento solo sulle versioni beta, diventa possibile entrare in un gruppo solo dando il consenso.

 

La funzione "Invito di gruppo” consentirà all’utente, infatti, di decidere chi possa aggiungerlo ai gruppi. Tre le opzioni disponibili: “tutti” (come accade attualmente), “soltanto i propri contatti”, “nessuno”.

La funzione potrà essere gestita nelle Impostazioni di WhatsApp> Account> Privacy> Gruppi.

 

Scegliendo l’opzione più restrittiva, “nessuno”, ogni qualvolta qualcuno vorrà aggiungerlo in un gruppo, l’utente riceverà un invito, che potrà accettare o rifiutare.

L'invito ad unirsi al gruppo scadrà automaticamente entro 72 ore, trascorse le quali sarà necessario aspettare un nuovo invito o utilizzare un link di invito di gruppo.

 

In una prospettiva ormai prossima, insomma, WhatsApp darà un po’ di regole all’utilizzo dell’app e un po’ di freni all’invasione di messaggi che “prendono d’assalto” e quasi in ostaggio i nostri smartphone. 

A noi questa nuova funzionalità non dispiace affatto!l

 

Per ogni info e/o domande, contattateci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.